Vela, Hong-Kong-Londra: Soldini batte record

La chiamano Rotta del Thè: è la famosa tratta Hong-Kong-Londra che lo skipper Giovanni Soldini ha appena attraversato a bordo di Maserati Multi 70, definito il “trimarano che vola sulle onde”. L’imbarcazione italiana ha tagliato il traguardo a Londra, Venerdì 23 Febbraio, sotto il ponte Queen Elizabeth II, alle ore 13,20 minuti e 26 secondi di oggi, dopo 36 giorni, 2h37’02” di navigazione. Oltre 15 mila miglia: battuto il precedente record di oltre 5 giorni.

L’IMPRESA PERFETTA

Un’avventura straordinaria. Un team fantastico. “Tutto perfetto!” commenta Soldini, appena sceso a terra, braccato da giornalisti di tutte le nazionalità. Il Maserati Multi 70 ha appena sfilato sul Tamigi con il Tricolore. “Nettuno non ci ha aiutato tanto, ma è lui che comanda, siamo a casa sua! Gli ultimi giorni sono stati pesanti, avevamo contro forti venti freddi. E la barca sembra tanto grande, ma non lo è, e soffre un po’ il mare. Tecnicamente però è perfetta. Dall’ultimo cantiere ad oggi, abbiamo fatto 19.000 miglia ed è tutto a posto.” Ora si attende solo la ratificazione da parte del World Sailing Speed Record Council, l’organismo che valida i record oceanici.

TESTIMONIANZE DAL MARE E VIDEO DI BORDO 

Soldini ha raccontato di aver incontrato anche molto traffico in mare nel Canale della Manica, vicino ad Hong-Kong e nei pressi delle coste del Sud Africa. Barche, pescherecci, navi occidentali: insomma, anche in mare c’è un bel caos! E non è finita. Soldini è rimasto colpito da un fenomeno molto invasivo per il nostro ambiente, le tante isole di plastica incontrate in mare: oggetti galleggianti, sacchetti e cassette. Sconsolato, da vero lupo di mare, dice: “E’ una vera tristezza!

Lo skipper milanese ha raccontato il suo viaggio attraverso un  interessantissimo diario di bordo per il Corriere.it e ha pubblicato tutti gli aggiornamenti video della sua traversata, tappa dopo tappa, sul suo canale Youtube. Questo è l’ultimo video pubblicato il giorno prima dell’arrivo a Londra. Guarda video Complimenti Giovanni, sei davvero un grandissimo!

 

Potrebbe interessarti anche: